Seguici su
facebook


ART. 4 – L’associazione Centro LUCE E ARMONIA si rivolge a tutti coloro che, interessati alla realizzazione delle finalità istituzionali, ne condividono lo spirito e gli ideali.
I soci si dividono nelle seguenti categorie:
• Soci ordinari: persone, enti o istituzioni che si impegnano a pagare, per tutta la permanenza del vincolo associativo, la quota annuale stabilita dal Consiglio Direttivo;
• Soci onorari: persone, enti o istituzioni che abbiano contribuito in maniera determinante con la loro opera, il loro sostegno ideale o economico, alla costituzione dell’associazione. Hanno carattere permanente e sono esonerati dal versamento di quote annuali. Viene espressamente escluso ogni limite sia temporale che operativo al rapporto associativo e ai diritti che ne derivano. I versamenti di quote o di contributi associativi sono effettuati a fondo perduto: essi non sono quindi rivalutabili né richiedibili in nessun caso; nemmeno in caso di scioglimento dell’associazione può pertanto farsi luogo alla richiesta di rimborso di quanto versato all’associazione a titolo di quota, anche se versata al patrimonio associativo. Il versamento non crea altri diritti di partecipazione e, segnatamente, non crea quote di partecipazione rimborsabili né trasmissibili a terzi, né per successione a titolo particolare, né per successione a titolo universale, né per atto tra vivi, né a causa di morte.

ART. 5 – Chi intende essere ammesso come socio dovrà presentare domanda scritta al Presidente, impegnandosi ad attenersi al presente statuto e ad osservarne gli eventuali regolamenti e le delibere adottate dagli organi dell’associazione. All’atto del rilascio della tessera sociale il richiedente, ad ogni effetto, acquisirà la qualifica di socio. L’ammissione e la categoria di appartenenza vengono determinate dal Presidente e/o dal Consiglio Direttivo, che valuterà le caratteristiche personali del richiedente, non potendo rifiutare l’ammissione se non per gravi motivi, riferendone all’Assemblea dei soci nel corso della prima riunione utile durante la quale il Consiglio Direttivo dovrà riferire altresì circa l’elenco degli associati in atto.

ART. 6 – Tutti i soci maggiorenni hanno diritto di voto nelle assemblee e possono essere eletti alle cariche sociali. I soci non maggiorenni, di qualsiasi età, avranno comunque diritto di partecipare attivamente alle assemblee ed il loro intervento verrà attentamente ascoltato e valutato dai presenti.

RECESSO – ESCLUSIONE

ART. 7 – La qualifica di socio si perde per recesso o esclusione.

ART. 8 – L’esclusione sarà deliberata dal Consiglio Direttivo nei confronti del socio:
A) che non ottemperi alle disposizioni del presente statuto, degli eventuali regolamenti e delle deliberazioni legalmente adottate dagli organi dell’associazione;
B) che, senza giustificato motivo, si renda moroso nel versamento del contributo associativo annuale di almeno due annualità;
C) che svolga o tenti di svolgere attività contrarie agli interessi dell’associazione;
D) che, in qualunque modo, arrechi danni gravi, anche morali, all’associazione. L’esclusione diventa operante dall’annotazione nel libro dei soci.

ART. 9 – Le deliberazioni prese in materia di esclusione, di cui ai punti A), C) e D) dell’articolo 8, debbono essere comunicate ai soci destinatari mediante lettera. I soci receduti o esclusi non hanno né diritto al rimborso del contributo associativo annuale versato, né di altri contributi o quote versati negli esercizi precedenti.

FONDO COMUNE

ART. 10 – Le risorse economiche dell’associazione sono costituite da:
• beni, immobili e mobili e relative rendite;
• contributi degli associati;
• contributi dello Stato, delle regioni, degli enti locali, di enti e di istituzioni pubbliche, tra le quali le circoscrizioni;
• contributi dell’Unione Europea e di organismi internazionali;
• erogazioni liberali, oblazioni volontarie di associati o di terzi, donazioni e lasciti testamentari, contributi provenienti a qualsiasi titolo da soggetti pubblici e privati;
• rimborsi;
• proventi delle cessioni di beni e servizi agli associati e a terzi; anche attraverso lo svolgimento di attività economiche di natura commerciale, artigianale o agricola, svolte in maniera ausiliaria e sussidiaria e comunque finalizzate al raggiungimento degli obiettivi istituzionali; • entrate da iniziative promozionali finalizzate al proprio finanziamento, quali feste e sottoscrizioni anche a premi;
• ogni altro tipo di entrate compatibili con le finalità sociali dell’associazionismo a promozione sociale.
I contributi degli associati sono costituiti dalle quote di associazione annuale e da altre quote versate a diverso titolo dagli associati, proposte dal Consiglio Direttivo ed approvate dall’Assemblea, che avrà il potere altresì di deliberare eventuali contributi straordinari, determinandone ammontare e tempi di erogazione. Le elargizioni liberali in denaro, le donazioni e i lasciti, sono accettati dal Consiglio Direttivo, che delibera sull’utilizzazione di essi, in armonia con le finalità statutarie dell’organizzazione. I proventi derivanti da attività commerciali marginali sono inseriti in apposita voce del bilancio dell’organizzazione; l’Assemblea delibera sull’utilizzazione dei proventi, che deve essere comunque in armonia con le finalità statutarie dell’organizzazione. E’ vietato distribuire in modo indiretto tra gli associati utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge. Eventuali avanzi di gestione devono essere reinvestiti a favore di attività istituzionali da statuto.
 

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Proseguiendo con la navigazione su questo sito e utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Centro Luce e Armonia - Associazione di promozione sociale - Via XX Settembre, 21/9 - 16121 Genova (Ge) • P.IVA 01629940998
2017  www.centrolucearmonia.it  globbersthemes joomla templates